GEOLOGIA STRUTTURALE APPLICATA

Docenti: 
STORTI Fabrizio
Codice dell'insegnamento: 
10178*14815*2016*2012*9999
Crediti: 
6
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Settore scientifico disciplinare: 
GEOLOGIA STRUTTURALE (GEO/03)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano. Il corso si potrà tenere in Inglese se ci saranno frequentatori stranieri, previo il consenso di tutti i partecipanti.

Lingua dell'insegnamento: 

Italiano. Il corso si potrà tenere in Inglese se ci saranno frequentatori stranieri, previo il consenso di tutti i partecipanti.

Obiettivi formativi

Al termine del corso lo studente sarà in grado di:
- realizzare analisi strutturali quantitative della deformazione fragile associata a pieghe e zone di faglia alla scala dei serbatoi di fluidi naturali;
- procedere all’analisi statistica dei dati raccolti sul terreno, ricavando leggi di scala empiriche;
- proporre modelli di circolazione di fluidi in strutture deformative a scala regionale.

Al termine dell'insegnamento lo studente sarà in grado di:
- valutare la qualità delle informazioni geologiche disponibili per un’area di studio;
- lavorare in gruppo per affrontare problemi geologici complessi;
- realizzare modelli geologici di sottosuolo e costruire sezioni geologiche profonde bilanciate;
- realizzare analisi strutturali quantitative della deformazione fragile associata a pieghe e zone di faglia alla scala dei serbatoi di fluidi naturali;
- procedere all’analisi statistica dei dati raccolti sul terreno, ricavando leggi di scala empiriche;
- proporre modelli di circolazione di fluidi in strutture deformative a scala regionale.

Prerequisiti

Aver sostenuto almeno un esame di Geologia Strutturale

Aver sostenuto almeno un esame di Geologia Strutturale

Contenuti dell'insegnamento

1 – Il concetto di stratigrafia meccanica.
2 – Formazione e propagazione dei joints
3 – Evoluzione delle zone di faglia, distribuzione 4D della deformazione fragile ad esse associata ed implicazioni per la circolazione ed accumulo di fluidi in sottosuolo.
4 – Evoluzione delle strutture plicative associate a sovrascorrimenti, distribuzione 4D della deformazione indotta ed implicazioni per la circolazione ed accumulo di fluidi in sottosuolo.
5 – Introduzione al bilanciamento di sezioni geologiche.

Campo settimanale di fine corso: raccolta dati, analisi statistiche e discussione dei risultati

Metodi di predizioni dello stato di fratturazione in strutture sepolte mediante la costruzione di sezione bilanciate e lo studio quantitativo di analoghi esposti in superficie per il trasferimento in sottosuolo di modelli empirici derivati da casi naturali.

Programma esteso

1 – Il significato della costruzione di sezioni geologiche profonde (a scala crostale), le informazioni necessarie e le tecniche di costruzione geometrica.
2 – Il concetto e le tecniche di bilanciamento delle sezioni geologiche profonde: applicazione all’anticlinale di Palazzuolo, Appennino Romagnolo.
3 –Predizione della distribuzione della fratturazione in strutture sepolte: scenari concettuali, modelli cinematici e numerici ed analoghi naturali.
4 – Tecniche di analisi quantitativa dello stato di fratturazione in analoghi naturali: scan line lineari e circolari, scan window circolari, topologia degli insiemi di fratture.
5 – Funzioni di distribuzione probabilistica della spaziatura delle fratture naturali ed indici per la quantificazione dell’entità di fratturazione negli analoghi naturali: P10, FSR, H/S FSI, S/T, JSR, Cv, JPI, JRI.
6 - Campo settimanale nell’Anticlinale di Palazzuolo: quantificazione dello stato di fratturazione dell’analogo naturale e discussione del significato dei risultati in relazione alla sezione bilanciata costruita in precedenza.

Bibliografia

collezione di articoli scientifici indicati dal docente.

Articoli scientifici su argomenti specifici e materiale didattico utilizzato durante l’insegnamento (file PPT di ogni lezione).
Le slide utilizzate a supporto delle lezioni verranno caricate con cadenza settimanale sulla piattaforma Elly. Per scaricare le slide è necessaria l’iscrizione al corso on line. Le slide vengono considerate parte integrante del materiale didattico ma non sono sostitutive in alcun modo dei testi consigliati. Si ricorda agli studenti non frequentanti di controllare il materiale didattico disponibile e le indicazioni fornite dal docente tramite la piattaforma Elly.

Metodi didattici

Lezioni frontali, discussione in aula del contenuto degli articoli scientifici letti a casa, attività di terreno

Lezioni frontali ed euristico socratiche, studio di caso, cooperative learning, attività di terreno.

Modalità verifica apprendimento

Alla valutazione finale concorrono:

1 - relazione scritta sull'attività di terreno svolta;
2 – esame orale.

Alla valutazione finale concorrono:
1 – risultato della realizzazione della sezione geologica bilanciata attraverso l’Anticlinale di Palazzuolo;
2 - relazione scritta sull'attività di terreno svolta e le sue implicazioni per la previsione dello stato di fratturazione in strutture sepolte nella sezione bilanciata realizzata;
3 – esame orale.

Altre informazioni

al termine del corso si terrà un campo settimale di lavoro sul terreno

Il campo settimanale di lavoro sul terreno si terrà nella valle del fiume Santerno, nell’entroterra di Imola.